Archivio delle categorie News

Lo Sport e la Solidarietà si incontrano

Amici e sostenitori di We Will Care, MARTEDI’ 20 FEBBRAIO alle ore 17,00, non prendete IMPEGNI!

Vi aspettiamo insieme ad A.R.C.U.S., l’ Associazione Ricreativa Culturale dell’Università Statale di Milano che ha deciso di correre con noi la Milano Marathon, per conoscerci meglio, condividere progetti e traguardi e brindare insieme.

Interverrà il Prof. Antonio La Torre, Professore Associato  presso la Scuola di Scienze Motorie e Presidente del Comitato per lo Sport Universitario.

Vi aspettiamo martedì 20 febbraio 2018 presso l’aula MN in via Luigi Mangiagalli 32 a Milano, alle ore 17:00.

L’incontro è libero e gratuito.

Milano, 12 febbraio 2018

Condividi il nostro progetto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Donne che curano

“Donne che curano”

Venerdì 26 gennaio 2018

Roma – Montecitorio

We Will Care partecipa al convegno “Donne che curano”.

La professoressa Gabriella Pravettoni interverrà presentando lo speech dal titolo Patient empowerment: come decidono i pazienti?”, perchè il paziente al centro non può più essere solo uno slogan.

 

Condividi il nostro progetto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pazienti a Bordo

Grazie all’esperienza e al successo del progetto pilota svoltosi lo scorso anno, quest’anno la ONLUS We Will Care ripropone il progetto “Pazienti a bordo”.

“Pazienti a bordo” è un progetto di ricerca-intervento che si propone di coinvolgere 150 pazienti oncologiche, provenienti da tutta Italia, nell’esperienza unica di un percorso psicoterapeutico affiancato da un corso di vela, partendo dal presupposto che il mare con le sue onde e i suoi venti rappresentino una metafora di ciò che i pazienti si trovano ad affrontare a seguito di una diagnosi oncologica.

Il progetto prevede che le pazienti partecipino a una settimana di corso di vela a Caprera durante la quale, oltre alle normali attività previste dal Centro Velico, svolgano anche due ore di psicoterapia di gruppo al giorno. Trattandosi di un progetto di ricerca, oltre che clinico, prima e dopo la settimana a Caprera le pazienti dovranno rispondere ad alcuni questionari per valutare eventuali modificazioni del loro stato psicofisico. Le variabili misurate saranno poi correlate a parametri clinici alla baseline a al follow-up.

Assistite da un’equipe di Psicologi dell’Università degli Studi di Milano e dell’Istituto Europeo di Oncologia e guidate dagli Istruttori del CVC, le pazienti diventano allieve che imparano ad affrontare il mare al fine di trovare nuova energia e determinazione per riprendere in mano il timone delle proprie sfide personali.

In particolare, l’idea da cui è nato questo progetto è quella di costruire una cassetta degli attrezzi” da consegnare a ogni persona che si confronta con un tumore, per aiutarla a superare la sua malattia anche da un unto di vista psicoaffettivo.

La ONLUS We Will Care si impegna a sostenere economicamente questo progetto. Alle pazienti viene richiesto solo di provvedere alle spese di trasferimento dalla propria città all’aeroporto di Olbia.

Segui il progetto QUI!

Per maggiori dettagli vi invitiamo a scriverci a info@wewillcare.it.

Per contribuire con una donazione: sostieni un equipaggio.

Condividi il nostro progetto
  • 199
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Milano Marathon: corri con noi!

Il prossimo 8 aprile a Milano si correrà la Milano Marathon.

Lo stesso giorno, sullo stesso percorso si svolgerà una gara a staffette riservata alle ONLUS.

Anche We Will Care ha deciso di partecipare.

Mettiti in gioco, afferra il testimone e corri con noi!

Cogli l’occasione per fare una buona azione e per trascorrere una giornata speciale, iscriviti con We Will Care e con altri 3 amici forma la tua staffetta suddividendo il percorso di 42 km in 4 tappe da circa 10 km.
Insieme faremo molta strada.

Abbiamo assolutamente bisogno del tuo aiuto per raggiungere il nostro obiettivo.

Contribuisci con una DONAZIONE per spingerci verso il traguardo!

Condividi il nostro progetto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Pace è un diritto di tutti

LA PACE È UN DIRITTO DI TUTTI
DIFFUSIONE DELLA CULTURA DI PACE E SUPERAMENTO DELLE TENSIONI TRA GLI STATI

17 NOVEMBRE 2017
AULA MAGNA UNIVERSITA’ BOCCONI
PRESENTA Giulia Innocenzi Giornalista e conduttrice televisiva

 

I DUE GRANDI OBIETTIVI DI SCIENCE FOR PEACE

Il progetto, nato su iniziativa di Umberto Veronesi nel 2009, si pone due obiettivi di altissimo respiro, condivisi dai protagonisti della scienza, della cultura, dell’economia, della società che vi hanno aderito.

  • DIFFUSIONE DELLA CULTURA DI PACE E SUPERAMENTO DELLE TENSIONI TRA GLI STATI
    Vogliamo diffondere una cultura di non violenza educando alla pace. A partire dai più giovani nelle scuole e nelle università. Ma non solo.
  • RIDUZIONE DEGLI ORDIGNI NUCLEARI E DELLE SPESE MILITARI A FAVORE DI MAGGIORI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO
    Perché siamo convinti che sia necessario ridurre gli investimenti militari e destinare maggiori risorse alla ricerca e a concreti progetti di utilità sociale.

Internet e i social network hanno positivamente contribuito alla diffusione e condivisione in tempo reale delle notizie.

Esiste, però, anche un rovescio della medaglia come ad esempio la creazione di echo chambers, informazioni, talvolta inesatte, che vengono confermate e amplificate ai massimi livelli provocando una disinformazione digitale su larga scala.

Questa e altre tematiche riguardanti il ruolo della scienza e del sapere scientifico nella società digitale verranno affrontate il 17 novembre presso l’aula Magna dell’Università Bocconi dove si terrà la Nona edizione della Conferenza internazionale Science for Peace, progetto della Fondazione Umberto Veronesi.

E’ possibile iscriversi alla conferenza cliccando sul seguente link:
http://www.scienceforpeace.it/la-conferenza/la-conferenza/come-iscriversi

Condividi il nostro progetto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •